lunedì 13 settembre 2010

Il bambino indaco

E' mattina, e Lupina in compagnia dei due minorenni si avvia placida e ballonzolante come Baloo verso il mercato cittadino del martedi.
Prima tappa, acquisto di focaccia unta unta unta per il sollazzo palatale del Nano grande (ma anche del Nano piccolo sotto forma di briciole, solo che a sette mesi bisogna far finta di dargli le minestrine e gli omogeneizzati di verdura, e soprattutto i pediatri NON devono sapere), seconda tappa, il mio detestatissimo parco giochi del centro città.



Io devo dire che non sono del tutto asociale, e mi piace persino parlare con la gente, anche se spesso pesantemente decerebrata. Diciamo che riesco sempre a trovare degli ottimi argomenti un po' con tutti. L'unica volta che ho avuto dei grossi problemi è stato con una famiglia di profughi curdi che tentavano disperatamente di dirmi qualcosa in curdo che io non capivo (ma che poi a casa ho realizzato, avevo una lunga coda di carta igienica che mi era rimasta infilata tra i collant e la gonna, praticamente ci sono andata in giro per tutto il paese illudendomi che la gente mi guardasse con ammirazione per quanto ero dimagrita, e invece porca vacca no).
Insomma, io non sono asociale, ma mi metto lì con un neonato in braccio nel mio angolino di panchina, e non pretendo che mi si venga ad attaccare bottone per forza, eh.
Posso anche star lì senza dire una parola se non "stai attento! Non correre sulla trave che ti sfracelli al suolo" senza necessariamente fare conversazione con la gente, non muore mica nessuno.
Ma siccome una tettona seduta in un angolo con un neonato in braccio a mandare sms è una visione che rompe troppo i coglioni, arriva sempre qualcuno con una grandissima voglia di fare combriccola e familiarizzare con la sottoscritta, e così va a finire che io invece di scrivere coraggio scrivo boschio e paura invece che scusa, così chi riceve il mio messaggio ha una prova scritta del fatto che mi sono completamente bevuta il cervello.

E pure l'altro giorno ero lì con il Nano spericolato sulla trave e quello pacioccone in braccio, e tentavo di mandare un messaggio ad una mia amica, quando una mamma veramente veramente veramente alternativa mi si avvicina per -naturalmente- conversare amabilmente di pisce/cacche/pappe/pannolini/dupalle.
"Oddio che carino!" indicando il poppante che masticava placido il laccio di plastica del telefonino, "ma ha la collanina d'ambra per i denti?" mi chiede un tantinello eccitata. No, gliel'ho messa perchè adoro che lo scambino per una femmina, sogno di allevare il nuovo Renato Zero. Ma invece rispondo "Sì, gliel'ho messa un mesetto fa, veramente non so se crederci o meno..."
La mamma-veramente alternativa incrocia la gamba sotto il gonnellone a fiorami. "Ma guarda che funziona veramente, eh! L'ambra ha un GRANDISSIMO potere antisp... antisc... insomma, fa benissimo ai denti, eh! Anche la mia bimba l'ha portata tanto. Tesoro, vieni a vedere che bel bambino piccolo che ha questa signora!"
Dallo scivolo scende un ciclone nano, una bambina di circa 4 anni, dalle leve lunghe, che corre COMPLETAMENTE SCOORDINATA.
E quasi contemporaneamente, arriva anche il Nano, scarmigliato, sudato e anch'esso COMPLETAMENTE SCOORDINATO, il quale si mette a dar fastidio alla bambina scoordinata, creando un quadro d'insieme disturbante come una gita in barca un giorno che c'è il mare grosso (glub, se ci ripenso mi viene la nausea pure adesso e mi vado a mettere i braccialetti anti-mal di mare).
"Nano ti prego, non dar fastidio alla Bambina Col Nome Indiano Che Mi Continua Ad
Uscire Dalla Testa e Che Per Ovviare al Problema Chiameremo da Adesso in Poi Basmati"
"Ma no, non lo devi sgridare" mi rimprovera a sua volta la mamma, "si vede benissimo che anche il tuo è un bambino SPECIALE"
"Eh?"
"Ma sì, è EVIDENTE che anche tuo figlio è un Bambino Indaco!"

Ok, mamma alternativa, è molto bello che tu trovi una definizione alternativa a Grandissimo Rompicoglioni, è commovente davvero. Si vede che ti sei impegnata nel tuo mestiere di mamma, e che quella piccola invasata che strilla come un orango, coi capelli arruffati e la faccia stravolta di sudore ed eccitazione, è nient'altro una dei miliardi di scarrafoni belli a mamma soia ma che tu e soltanto TU vedi come un essere speciale e divino, l'incarnazione di Shiva, Visnù e quell'altro con la faccia di elefante che non mi ricordo mai come si chiama (oppure se me lo ricordo mi dimentico come si chiamano gli altri due).
Mio figlio è differente.
Cioè no, è uguale. La mia banca è differente, ma non c'entra nulla.
Volevo dire un'altra cosa ma non me la ricordo più.

Insomma, volevo dire che è molto bello che tu mi artigli il polso con la tua mano anelluta con le unghie cortissime e lo smalto color vinaccia per comunicarmi che ho un figlio indaco e che devo NECESSARIAMENTE lasciarlo libero di esprimersi come meglio crede SENZA ASSOLUTAMENTE LIMITARLO, ma devi capire che i nostri figli si sono allontanati un po' troppo e stanno probabilmente per morire sotto le ruote di un furgone della TNT Traco.
Raccoglierne i resti indaco con la palettina dall'asfalto, cara mamma-veramente alternativa, potrebbe non piacerti.
E poi ci sarà un babbo-alternativo da qualche parte ad aspettarti, no?
E cosa gli dici? Tesoro la bambina doveva SPERIMENTARE l'impatto dei pneumatici sulla cute umana?
Che cosa ne pensa il babbo-alternativo di questi tuoi deliri? Eh, mamma-alternativa?

Eh no. Non va bene.
Se i nostri due figli indaco adesso si uccidono vicendevolmente a mazzate, forse è il caso di richiamarli all'ordine. Eh lo so, disturba anche me dover intervenire sempre.
Non riesco mai a mandare un sms come si deve, è terribile doversi sempre interrompere.
Soprattutto quando una mano-nana ti ha messo le opzioni del cellulare in turco e non si riesce più a rimettere l'italiano, fatto sta che ormai son due settimane che telefono in turco e ci sto pure facendo l'abitudine.

Insomma, mamma-indaco col tuo gonnellone fiorito e i capelli tinti con l'hennè, sappi che io non cel'ho con te e che mi sei molto simpatica, ma che se non ciai voglia di sgridare la cara Basmati sta tentando di scaraventare alcuni duenni innocenti giù dallo scivolo, trovati una scusa migliore.
Eccheccacchio.

35 commenti:

anna ha detto...

tutto ciò è molto bello perchè mi fa sentire meno sola. Nel senso che io sono una mamma asociale e invece per amor della bimba ai giardinetti mi tocca sfoggiare sorrisoni e interlacciare discorsi con altre mamme che proprio davvero ne farei a meno. Grazie e grazie per essere tornata mi sei mancata

Micaela ha detto...

semplicemente SPETTACOLARE!

Lelia ha detto...

Sono morta dal ridere, David è venuto a vedere se per caso mi fosse venuta una crisi convulsiva ghghghg
Bacio!

Carla ha detto...

Io lo dichiaro apertamente: sono una mamma asociale, ma mi capita ugualmente di sentire ogni tanto i vaneggiamenti di qualche mamma alternativa e non poco. Però sulla questione colori, anche il mio fisiterapista al primo giorno che mi ha vista per ginnastica posturale post-ernia mi ha dato della BLU: cosa vorrà dire ancora non ho capito bene......

mammafelice ha detto...

fantastico, veramente esilarante... e vero! :D

Anonimo ha detto...

Io, quando sono poco abbronzata, tendo al verdino... c'entra?

Claudia-cipi ha detto...

no, vabbè, dai, io sono un po' alternativa, e il discorso bambin indaco lo devo approfondire, per carità, ma un conto è essere convinti che il proprio figlio sia un bambino indaco-speciale-quellochetipare e per questo assecondarlo nelle sue inclinazioni, un altro è non intervenire assolutamente sulle sue azioni e sulla sua educazione.
la signora non era solo mamma-alternativa, diciamocelo, che si può essere alternative anche insegnando ai propri figli a stare al mondo con un minimo di civiltà.

mi piace come scrivi, ti inserisco nel reader (sono arrivata qui seguendo un link condiviso, sempre dal reader... ma non so spiegarti di più)

mammamicia ha detto...

grazie di questo racconto, bellissimo e divertentissimo! il parco rimane veramente un luogo di incontri "particolari"... io di solito litigo con le nonne...

Arcangela ha detto...

Claudio, mio marito detto cicciobello, è venuto di corsa a vedere costa stava succedendo. E' rimasto leggermente perplesso quando mi ha visto ridere davanti al video che nel frattempo si era spento.

Sei forte ...

renata ha detto...

A nome di tutte le mamme asociali: Grazie Lupi di essere tornata!!!

Mammolitta ha detto...

una mia ex collega... aveva dato a mia figlia della "bambina indaco" senza neanche mai vederla... mah... ha cercato di spiegarmi che significa, ma non era molto ferrata sull'argomento... credo pensasse di farle un complimento! :-)

Cosetta ha detto...

AH ahahah!
Che bello trovare qualcosa di nuovo, avevo voglia di leggerti.

Gatto Silver ha detto...

Un gatto in grado con la sola forza del pensiero -immagino, poiché sembra dormire perennemente- di svuotare dal loro contenuto tutti gli scaffali più bassi di un metro e mezzo, può essere considerato un Gatto Indaco?

aidi ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Bambini_indaco

ha praticamente dato a tuo figlio dell'alieno paranormale..
io la prossima volta le darei della mamma marrone..
;D

Anonimo ha detto...

Grazie Lupina!
Io come al solito ti leggo dal lavoro nei momenti di vuoto...ogni volta che apro il tuo bllog sento quella sensazione di attesa, un pò come l'apertura dei regali di Natale..e oggi ho trovato un post nuovo!! Purtroppo poi è cominciata la sfida per soffocare le risate e sembrare una persona normale al lavoro..ma credo di averla persa!
sarina86

Trasparelena ha detto...

sei troppo forte! comunque condivido, andava trovata una scusa migliore :-)
Bentornata!!
Trasparelena,mamma di una Nana perennemente scarmigliata che corre in modo scoordinato (e corre sempre)

Scusatesesonmamma ha detto...

Che bello che sei tornata!!! Mi mancavi! E dire che ti ho scoperto solo dal post delle cozze... eheheheh

Morgaine le Fée ha detto...

Come si fa a vedere i colori della gente?
Sará che sono chimica, ma per me quella mamma aveva gustato qualche preparato psicotropico.

Felice di rileggere aggiornamenti, tra l'altro!

Anonimo ha detto...

comunque ascoltarla dalla tua voce fà tutto un'altro effetto :D

Bruna

Anonimo ha detto...

Sono nuove teorie New age. stando a quanto affermano i bambini indaco sarebbero nati da spore aliene seminate nel ns. mondo. Sarebbero esseri superiori e i loro figli saranno "cristallo" etc etc etc. Spero vivamente che il nostro Nano non sia indaco, ma di un bel rosa umano...
ma nel dubbio stai lontana dalla Kryptonite!!! :-)

Anonimo ha detto...

crederci o no vengono definiti indaco bambini (ma ormai anche ragazzi) che possiedono caratteristiche che li differenziano dalla massa e li accumunano tra loro. che abbiano derivazione aliena non sò, quello che posso dire è che mia madre sin da quando aspettava mio fratello diceva che il bambino che portava dentro non era figlio suo e che non si sentiva pronta ad allevarlo. mio fratello, cresciuto dai miei nonni, è un indaco. ha una sensibilità ed un'empatia incredibile, non è super dotato o super intelligente, ma riesce a capire gli stati d'animo delle persone con molta facilità. d'altra parte,però, ha difficoltà a capire il perchè di certe cose che a "noi" sembrano ovvie (ad esempio del perchè esiste un orario per il pranzo e per la cena e perchè si mangia seduti a tavola e così via). ora ha 24 anni, non è un disadattato, ma non sempre è in sintonia con la gente e ogni volta che lo vedo mi stupisce il fatto che sappia sempre come mi sento.
detto ciò, non tutte le persone sensibili sono degli indaco e sicuramente gli indaco non sono degli alieni disadattati!
non capisco la mania di voler per forza avere un indaco in famiglia, ma neppure quest'avversione immotivata!

Francesca

Mammamsterdam ha detto...

Si, pure i miei oltre a essere dissociati di loro sono indaco, ma me l'hanno detto solo adesso. Se cerchi su google lì spiegano tutto in termini alternativi che non ci posso credere. Se invece mi dico: oK è un bel po'che ci sono stati maria montessori en il dr. Spock e nel frattempo abbiamo capito che i bambini vanno presi sul serio e non trattati come dei gatti parlanti da prendere a mazzate se fanno cadere il cucchiaio da terra, magari l'esser indaco 9cioè empatici, che dicono le cose che sentono e pensanop senza che gli abbiano dato della femminuccia e preso a mazzate ogni volta che apriva bocca non interrogati, beh, se indaco è il risultato di uno shift educativo di massa e una scolarizzazione che tiene presente il bambino e i suoi talenti nel processo di apprendimento, mi importa una sega a me delláura.

Ci credo che sono indaco, ma non per i motivi alternativi, per motivi più terra terra.

Lupina ha detto...

Esiste un test da effettuare sui propri figli per verificare se sono indaco o meno.
Guardacaso, praticamente tutti i bambini che conosco hanno tali caratteristiche, ergo non ci vedo niente di scientifico. Se poi si vuol credere alla teoria degli alieni che trombano con noi donne umane mentre siamo in stato di incoscienza, liberissime.

Gig, sappi che comunque il Nano è figlio tuo, non sono una moglie fedifraga che ti fa le corna con gli alieni, se mi devo trovare un amante prometto che me lo cerco che sappia fare dei lavori in casa che costano parecchio.
Che ne so, magari un idraulico.

Gatto Silver ha detto...

Ma qui ciabbiamo er probblema der Bambino Sindaco, che appena cià 'n probblema se chiude in un silenzio autistico perché tanto er probblema "l'ha ereditato dar predecessore"; boh, li sua so' sempre probblemi ereditari...

Anonimo ha detto...

Lupina, come sempre, sei grande. Leggerti è Rigenerante!!!
Babina NM

PAMEN ha detto...

fantastica!
bentornata!

Anonimo ha detto...

ti capisco, sono anche io sono calamitadimammeincercadidialogo.
quando invece, dopo 8 ore di lavoro, vorrei solo godermi mia figlia che scende dallo scivolo!

altra cosa....detesto chi non guarda il proprio figlio e lo lascia vagare autonomamente a far guai.

ora mi leggo bene sta roba dei bimbi indaco...

ciaooo
babimammadisofia

Anonimo ha detto...

Vengo qui, leggo e mi manchi.
Claudia.

Federica ha detto...

Resti sempre la migliore!!!

Blùm ha detto...

Epoperò anche tu Lupì, la collanina di ambra! Non lo sai che attira le ecomamme cretine? Toglila subito che non serve a nulla e su Pediatrics hanno anche pubblicato uno studio dove dimostrano che i bambini ci si trangolano. baci, la tua concittadina emigrantre blùm

mamikazen ha detto...

ma io avevo capito che gli indaco erano reincarnati e avevano il ricordo delle vite precedenti. cmq, con il tasso di natalità così bassino che ci ritroviamo, è normale che i neonati vengano visti un po' come alieni. lupi, sei mitica come sempre.

Anonimo ha detto...

LUPINA, TORNA, CI MANCANO I NANI !!!

Anonimo ha detto...

Anche a me...

Anonimo ha detto...

Il semble que vous soyez un expert dans ce domaine, vos remarques sont tres interessantes, merci.

- Daniel

Anonimo ha detto...

Semplicemente mitica!!!Complimenti!!!Manu