venerdì 21 novembre 2008

I miracoli del quotidiano

A volte una giornata nasce sbilenca.
A volte la giornata sbilenca volge al peggio, e si trasforma in giornata di cacca.
A volte ci si ritrova a piangere di rabbia ad un incrocio, con la testa appoggiata al centro del volante, stando bene attente a non schiacciare troppo il clackson, che oltre ad essere una cosa poco elegante può persino provocare incidenti.

A volte, però, succedono anche i miracoli.

Succede che qua, proprio a due passi da me, c'è una donna che non è riuscita ad essere mamma, ma che è molto più mamma di tante donne, probabilmente anche più mamma di me.
Succede che a volte, lontano, c'è proprio un bimbo che la mamma non ce l'ha. E' un bimbo dell'età del Nano, e me lo immagino già correre con un paio di piedini cicciuti, una bella testina di capelli e due occhi affamati di mondo e di affetto.
Succede anche che a volte, le cose più caccose e il destino stronzo si trasformino per tutti in qualcosa di bello, di una bellezza assassina che ti strizza la gola, e che ti costringe a correre su un terrazzo ventoso per cacciare un sano, legittimo urlo.
Tra poco questa mamma in potenza e questo figlio si incontreranno, e sarà felicità per tutti, e non riesco ad immaginare quanta, perchè il cuore scoppia. Scoppia il mio, che assisto da spettatrice, figuriamoci il loro.

Grazie, L. Ti devo una brutta, orrenda giornata trasformata in bellissima.
Non so se sarò mai in grado di restituirti il favore.

11 commenti:

alice ha detto...

Lupina, guarda. Io ringrazio te, L. e il nano in arrivo... che pure la mia giornata di cacca cacchissima, allo scoccare delle 20.45 ha finalmente visto un raggio di luce. Il tuo post con questa bella storia.
Alice

CyberMaster ha detto...

...post miracoloso!
Hai riempito di sentimento l mia giornata...grazie.

Rita ha detto...

Ho conosciuto tanti bambini non troppo fortunati (sono a strettissimo contatto con una famiglia affidataria) e quando questi piccoli, che riescono a trasmettere un amore disarmante, trovano davvero una mamma e un papà capaci di ricambiare il loro amore non ci sono parole che possano spiegare l'emozione che si prova nel vedere che il mondo ogni tanto gira per il verso giusto!!!
Auguri ad L ed alla sua nuova famiglia

Missi ha detto...

un abbraccio a tutto questo popolo felice :o)

Rossana ha detto...

Commovente, questa svolta.

Anonimo ha detto...

Grazie Lupina, è un bel lunedì, tutto sommato. Un abbraccione forte alla nuova famiglia.
Rossella

SimoSerpe ha detto...

Lo sapevo che venire a trovarti avrebbe migliorato la mia giornata. Ogni tanto succedono davvero questi piccoli miracoli.

In bocca al lupo alla nuova famigliola allora!

Miriam ha detto...

"due occhi affamati di mondo e di affetto"..quanto è vero. Bellissimo post.

cubo ha detto...

sapessi quanto ho aspettato che quel giorno arrivasse per L e con le tue parole, mi sembra di vedere tutta la scena!!!
dai L lascia che le farfalle nella pancia ti pervadano il cuore :*

Jolanda ha detto...

Cara Mamma Blogger,


Siamo theitalianmom ( http://theitalianmom.blogspot.com/) e Jolanda ( http://jolanda.filastrocche.it/) e ti scriviamo per invitarti ad un incontro dove si parlerà di mamme blogger.

Si tratta di una presentazione - riservata alle mamme blogger - dei primi risultati di una ricerca che stiamo conducendo insieme al centro ASK dell’Università Bocconi, relativa all’utilizzo del blog da parte delle mamme. L’intento dell’incontro è raccogliere idee e suggerimenti per orientare al meglio la continuazione della ricerca.

L’appuntamento è per il 3 dicembre a Milano presso l’Università Bocconi.

Ci farebbe davvero piacere se tu potessi essere dei nostri per portare la tua esperienza sull’argomento.

Per accedere all’evento porta con te una stampa della homepage del tuo blog: servirà come invito.

Se ti interessa partecipare, ti prego di metterti in contatto con noi, tramite i nostri blog, in modo che potremo darti tutti i dettagli dell’incontro.

Speriamo di averti con noi e di poter confrontare con te le nostre riflessioni!
A presto,
Costanza e Jolanda

Silvia ha detto...

Che cammeo...
Silvia