giovedì 10 aprile 2008

Drammi Ansiosi

Nonna Ansia è vittima di un subdolo meccanismo che la costringe a sparare cazzate come se piovesse: il revisionismo storico. E' così da sempre. Almeno diciamo da quando la conosco.
Adesso è in piena fase confronti con te da piccina.

Te da piccina all'età del Nano parlavi già correntemente italiano.
Te da piccina all'età del Nano mangiavi già con coltello e forchetta.
Te da piccina all'età del Nano dicevi già grazie, prego, si figuri, e facevi la cacca nel vasino.
Te da piccina all'età del Nano ti soffiavi già il naso da sola e bevevi l'acqua gassata a garganella.
Te da piccina all'età del Nano ti eri già ammalata diverse volte.

E' vero, io da piccina ero troppo una ganza. Ero avanti una cifra. Ed è anche vero che il Nano non si è mai ammalato.

FINO AD ORA.

Adesso, finalmente, il Nano ha la febbre. Possiamo stare tutti più tranquilli, eccheccacchio.
Non era normale questa cosa della febbre. Naturalmente, per Nonna Ansia, è tutta colpa mia.

Nonna Ansia: "Ma questo bimbo ha la febbre! Cosa gli hai fatto?"
Lupina: "Mah, sai com'è, fino ad ora non si era mai ammalato, e ci siamo insospettiti. Abbiamo pensato che non fosse normale, io ed il Gig ne abbiamo parlato, e siamo arrivati ad escogitare questa cosa."
N. A. (in ansia): "Cosa?"
L: "Prima abbiamo provato a spogliarlo tutto nudo e ad esporlo alle intemperie, e non è successo nulla."
N.A. : "Come, alle intemperie?"
L: "Sì, lo abbiamo tenuto un po' nudo in terrazzo mentre pioveva, ma poco poco, giusto una mezz'ora"
N.A. : "..."
L.: "Poi gli abbiamo aperto la finestra in camera da letto mentre dormiva, e anche lì nulla. Poi gli abbiamo tolto tutte le coperte, e ancora niente febbre. E allora sai che abbiamo fatto?"
N.A. " Ma voi siete matti."
L.: "Ma mamma, non ti saresti insospettita anche tu? Questo bambino non sta mai male, lo hai detto anche tu che io alla sua età avevo già avuto la sarcoidosi e l'amiloidosi, e anche il lupus. Abbiamo pensato che fosse un clone, un androide con le sembianze del Nano, un ultracorpo uscito da quei baccelloni del film degli anni '50. Te li ricordi gli ultracorpi, mamma? Ecco, allora pensando e ripensando abbiamo capito: il segreto non è nel freddo, ma nel caldo."
N.A.: "..."
L.: "Lo abbiamo vestito, stravestito, stravestito, con tanti strati di vestiti. Come un bel carciofino. E poi gli abbiamo detto va', corri e suda libero in giardino, Nano. Ed esponiti alle correnti, mi raccomando. Ed ecco qua che bel risultato: il Nano ci ha messo pochissimo ad ammalarsi. Visto che anche lui è un fenomeno come ero io da piccina, Mamma? Eh? Visto?"

Eh, non c'è nulla da fare: siamo troppo avanti, in questa famiglia. E' proprio nei cromosomi.

10 commenti:

mamikazen ha detto...

Ma te, all'età del Nano, facevi già sganasciare così? :D
Ps: in bocca al lupo per la febbre.

mammaepoi ha detto...

ma povera nonna ansia, ve la rigirate su un dito!

Anonimo ha detto...

Mi sarebbe piaciuto proprio vedere la faccia di Nonna Ansia, mentre raccontavi!!!
ciao Linda

sobritish ha detto...

evviva per la febbre!
Arrivano gli anticorpi!
Nona Ansia, lascia stare... con la Tachi si sa, non c'e' gara!

Anonimo ha detto...

Chicca si veste e spoglia a suo piacimento, fa il bagno anche in acque gelide ed in stagioni improbe, eccetera eccetera.
Ovviamente non sta mai male. Quasi.
W il NanoNano,
Leela

thecatisonthetable ha detto...

Geniale.
E basta.
Povera stella, nonna ansia... ma lei, all'età del nano, le beveva già così bene?!

Anonimo ha detto...

Oddio come sono daccordo col gatto appena qui sopra ( il tavolo):
Le beveva?

Darbycat

alice ha detto...

Non è bellissimo quando la memoria vacilla e i tuoi parenti, affacciati sull'orlo dell'oblio, ti confondono con Wonder Woman?!
Anche mia nonna ha tutta una serie di ricordi evolutivamente impossibili che mi ritraggono come eroina e piccolo genio sfavillante della famiglia:
"ahssissì, io mi ricordo che te a un anno e mezzo disegnavi benissimo, sapevi a memoria la Vispa Teresa, eri bella come il sole, intelligente come una volpe e educata come una principessina..."

Devo essere regredita durante la crescita a causa di un contatto con la Kriptonite...
Alice dimenticatrice

Anonimo ha detto...

Mia madre invece sostiene che io a 9 mesi fossi già in grado di parlare e mio fratello gemello di camminare e che io gli gridassi:pettami,pettami!
Che a 10 mesi entrambi nuotavamo e a 2 anni eravamo capaci di scrivere il nome e pattinare (non
con i pattini roller, ma con quelli normali)...
Mah, sarà... Ero un genio praticamente, chissà cosa è successo dopo!! Le suore all'asilo mi avranno fatto il lavaggio del cervello!!KIA

Cos ha detto...

Ah ah anche io ero un piccolo genio si ( ad es. "Te imparasti a scrivere a 4 anni da sola leggendo il giornale".. io mi chiedo sempre come mai non ho imparato lo stampatello minuscolo allora).
Spero che il nano stia bene.
Mannaggia Lupina che proprio adesso che ti eri iscritta a noimamme hai iniziato a lavorare... ma tanto ormai il tuo blog è una droga ah ah, spero sempre di trovarci qualcosa di nuovo. ;)