mercoledì 2 aprile 2008

Incontri surreali

Oggi era il mio giorno libero. Quindi, mai più giovedì paradisiaci, ma mediocri mercoledì ne' carne ne' pesce. Ma non ci lamentiamo, via.

Ho portato il Nano in un luogo ove si respira aria buona, si pesta qualche cacca ma soprattutto non si nuoce ad alcuno: in pineta. La pineta, dalle mie parti, è un luogo di meravigliosi incontri nonneschi e bimbeschi, grazie anche alla presenza di innumerevoli aree gioco del Comune e di parecchie panchine. E' un po' il regno della mamma disoccupata e della nonna in pensionamento anticipato, nonchè luogo di sfogo fisico per casalinghe in sovrappeso amanti della camminata veloce. Io ci vado ogni tanto, perchè di solito c'è poca gente e soprattutto perchè ci sono i ciclamini e si sa che io sono una ragazza romantica. E poi perchè è un luogo ideale per sguinzagliare un nano ipercinetico senza il rischio che un camion lo metta sotto.
Il luogo, dicevo, al mattino è frequentato da deliziose nonnette. Oggi abbiamo avuto un incontro ravvicinato con una esimia esponente della categoria, una nonna sprint totalmente avvolta nel leopardo, e la sua deliziosa nipotina glitterata.

"Ma guarda, Matildina della nonna, che bel bambino! Fai ciaociao, Matilde", ma già leggevo nei suoi occhi una voglia matta di competizione.
"Ma che giovanotto! Quanto tempo ha?"
"Diciotto mesi"
"Ma lei scherza. Si vede benissimo che è più grande." e lancia al Nano e alla nipotina glitterata un'occhiata di quelle che solo le nonne competitive sanno fare, ovvero di quegli sguardi dotati di varie funzioni di taratura peso-misurazione toracica-stima dell'altezza come neanche il più complesso degli orologi Casio.
"Eh, lo so, in effetti è un bambino molto alto"
"Comunque si vede benissimo che è più grande."
"Si fidi, signora: è nato il 21 settembre 2006, faccia due conti e vede che tornano."
"Sì, vabbè, avrà almeno due anni e mezzo. Ma chi crede di prendere in giro?"
Sono perplessa, non so cosa dire. "Guardi, signora, insisto. E poi se ci fa caso, non sa neanche parlare."
"Si vede che sarà un po' ritardato. Vieni, Matilde, andiamo a giocare più in là."
Deve essersi offesa perchè il Nano è più alto della piccola glitterata, vai a sapere.



Altro incontro simpatico: una nonna con un nipotino di circa un anno, con una brutta dermatite sul capoccione. Siccome io oltre che una ragazza romantica son anche una persona assai delicata e mai mi permetterei certe cose, però al contempo avevo una voglia pazza di sapere cosa fosse questa specie di patacca tignosa sul cranio del piccino, mi appresto con ampie circonvoluzioni a dirigere la conversazione in ambito dermatologico.
"Eh, sa, il bimbo è tanto sensibile. Hanno avuto problemi in famiglia, e a lui poverino è spuntato questo fungo. Si sa come sono i bambini, SODOMIZZANO tutto!"
Sono dovuta andare a ridere dietro ad un pino. Dico solo che mi è uscito un pezzo di barretta zona alla segatura e cocco dalla narice sinistra.

Ah, se non ci fossero le nonne bisognerebbe inventarle!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

che capolavoro!

durante una crisi di riso mio fratello é riuscito a tirar fuori dal naso uno spaghetto intero, e un amico un raviolo. dai, ti é andata ancora bene. almeno per oggi puoi evitarti la pulizia nasale...

paoletta

p.s. ma allora ti accasi con me o no?

Lupina ha detto...

Oddio, ma allora è una cosa seria! MA che ne sarà del Gig? Menage à trois?

serialmama ha detto...

ahahahahhahahahahah oddio, non riesco a smettere di ridere
La conosco la nonnetta cazzimmosa, è una tipologia che si trova a tutte le latitudini :-)
Però che bello poterli portare in pineta. Qui non si può fare.

elena ha detto...

Lupina grazie: mi rallegri sempre la giornata con i tuoi divertentissimi post!

Anonimo ha detto...

Ricordo ancora la commessa di scarpe, in un negozio chic di viterbo, che gridava alla padrona: "Ha detto che le vuole un'INERZIA più comode!"
Leela

billo ha detto...

se io tornassi indietro mi iscriverei a sociologia e farei la tesi sulle nonne dei giardini!
billo

sobritish ha detto...

AHAHAHAHAHA....sodomizzano e' fantastico!!
ma senti, davvero quella strega ti ha detto che nano sembrava ritardato...ma dov'e' che me la mangio!!??
comunque ho ricordi stupendi in quella pinetta...:)

mammaemigrata ha detto...

non ci avevo fatto caso, ma il tuo nano è nato esattamente 30 anni dopo di me...