lunedì 11 febbraio 2008

Gaffes telefoniche.

Io e mia sorella abbiamo un codice di comunicazione piuttosto sboccato e colorito, talvolta non ci accorgiamo che qualcuno ci ascolta e facciamo delle figure tremende.
L'altro giorno vado a trovare mia sorella in negozio, e la trovo al telefono con l'impiegata della compagnia assicurativa della sua macchina, la quale la mette in attesa per un tempo talmente tendente ad infinito, che la cornetta diventa un prolungamento della sua mano e la musichetta un simpatico rumore di fondo.
Ci mettiamo a parlare del più e del meno.
"Domattina non posso venire."
"No? Come mai?"
"Devo andare dalla veterinaria della (Nota di Lupina: cosa faccio? lo scrivo o non lo scrivo? quali conseguenze avrà sui miei referrers?) topa*."

Si sente dall'altro capo della cornetta una risata sonora.
Abbiamo colto l'occasione per sperimentare tutte le nuances del rosso. Altro che It's Maybellene New York.

* per i non toscani, dicesi topa l'organo riproduttivo femminile rigorosamente non depilato.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ehhhhhhhhhhh! pensavo moooolto peggio!!

Anonimo ha detto...

Durante la mia prima gravidanza, io e mio marito avevamo ribattezzato la ginecologa (alla quale facevo spesso visita!). la "topologa" e tra noi la chiamavamo così. Il bello fu quando un pomeriggio il mio datore di lavoro (anzianotto.....) mi disse "allora domani non vieni al lavoro, dov'è che devi andare?" e io soprappensiero risposi "vado dalla TOPOLOGA!!"... In quell'occasione sperimentai anch'io tutte le gradazioni di rosso, e anche alcune di viola e blu!!!!

Laura ha detto...

beh, non potrebbe essere che ha un topolino, un criceto,una cavia femmina?No, eh?

tortadimele

sobritish ha detto...

che ero gia' piegata e poi, sul finale, mi hai steso...)))