lunedì 24 marzo 2008

Uova di Pasqua

Il Nemico è tondeggiante, dolce, ricoperto da una carta argentata che crocchia.
Il Nemico è una fonte di goduria dalla quale attingere a piene mani scaglie di pericolosa felicità.
Il Nemico profuma di buono, non ha nessuna parentela con la lattuga, ed è impossibile stargli alla larga. Il Nemico è sottile e proibito, come certi peccati della carne.
Il Nemico, dietro una sfolgorante immagine di prepotente ed onesta allegria, nasconde una sorpresa deludente, come certi giovanotti ben vestiti e col macchinone, che però ce l'hanno davvero piccino, e magari si rasano pure le pelurie per farlo sembrare chissacchè. Dentro il delizioso involucro del Nemico, infatti, noi Lupini abbiamo trovato uno squallidissimo portachiavi con una mela di smalto stinta, assemblata da qualche manina cinese di povero nanetto inesperto, talmente triste che non so se avrò mai il coraggio di usarlo per la chiave del trattore.
E allora, per spazzare via la delusione, si provvede alla distruzione sistematica del Nemico. Così impara. Tiè.

Sto mangiando l'uovo di Pasqua del Nano, per chi non l'avesse capito.

1 commento:

Il Marione ha detto...

...mesi di faticose nuotate buttate vie in tre giorni... però almeno ho trovato il giochino di Willy il coyote :DDD