martedì 13 maggio 2008

Il Sondaggione!

Cari Lettori e Lettrici di questo blog,
lo so che tanto poi va sempre a finire che faccio il cazzo che mi pare e piglio una bella cantonata, ma il Vostro gentile parere mi interessa alquanto.
Sulla destra del layout ho inserito un sondaggio al quale vi prego di rispondere (anche te Gig, quando torni a casa e leggi le scemenze che scrivo, per piacere, esprimiti).

Vi illustro brevemente i pro e i contro di questo cambiamento.

Il lavoro di adesso.
1. Il lavoro di adesso non ha niente di certo. Però ha una vaga possibilità di proroga a contratto di collaborazione co.co.pro. per la stagione invernale.
2. Dove lavoro adesso faccio orari al limite dell'umano, che mi vengono comunicati settimanalmente e che spengono ogni mio entusiasmo organizzativo.
3. Ho un signor stipendio. Sono assicurata per tutte le ore che faccio, mi pagano gli straordinari in busta paga ed ho un contratto a sei mesi, cosa praticamente impossibile per gli stagionali.
4. E' un lavoro molto stressante. Ci sono momenti in cui non riesci nemmeno ad elaborare un pensiero minimo, per quanto hai da fare.
5. E' un lavoro molto complicato, devi fare attenzione a tutto e se sbagli son cazzi amari.
6. Sono brava. Nonostante le difficoltà dovute alla mia cialtronaggine, sono diventata molto efficiente in poco tempo e devo dire che sono tutti molto contenti.
7. Il Capo ha un'ottima opinione di me e mi ritiene persona degna di fiducia.
8. Il Capo si sta interessando alla gestione di un grosso centro congressi con ristorante annesso qua nei dintorni, ed avrà bisogno di personale per tutto l'anno, quindi non è detto che se resto qua non faccia un salto in avanti. Forse. Un giorno.

Il lavoro di poi.
1. Lavoro meno. Faccio meno ore.
2. Lavoro meno. Guadagno meno.
3. Lavoro sempre. Full time d'estate, part time d'inverno. Sicuro.
4. E' un lavoro molto poco complicato. Non si sclera.
5. Ha orari molto umani. Niente spezzati, solo in caso di emergenza.
6. E' un lavoro istituzionalizzato. E quindi non puoi fare quello che ti pare.
7. Si tratta dello stesso lavoro di adesso, ma per una struttura gestita dal Comune di un paese limitrofo, quindi in pratica lo so già fare e a parte qualche scemenza, non devo imparare niente.
8. Una volta alla settimana mi devo sorbire l'Ufficio Turistico del suddetto paese limitrofo, ma è un lavoro che ho fatto per non so più quanti anni (ho fatto pure la coordinatrice), e penso proprio che andrei a lavorare senza i penosi mal di stomaco di adesso.


Venghino, siòri, venghino! Rispondete al sondaggio! Tra coloro che rispondono verrà estratto a sorte un fortunato vincitore che si accaparrerà un pregiato manufatto lupiniano, che vi verrà recapitato a domicilio a breve giro di posta!

45 commenti:

PIKU ha detto...

lupi, dagli di lavoro nuovo, sicuro.
:)
baci PIKU

My ha detto...

ho votato.

Non posso assolutamente trattenermi dal fare questo commento: in merito al punto 7 del "lavoro di adesso": oggi è cosi', puo' cambiare repentinamente.
In 9 anni di onorato servizio in azienda privata il mio capo è passato dal dire frasi tipo "li dobbiamo assumere tutti come lei!!!" a frasi tipo "è la persona sbagliata!".
non ti ci fissare: magari domani apre la sua nuova struttura e pensa che tu sei l'ultima persona che possa lavorarci.

mica si capisce cosa ho votato :-D

My ha detto...

e poi lupi, mi riferisco a cosa ci siamo detti prima.
Sei sicura che:
cifra di adesso*6 mesi
sia MENO di
cifra di dopo*14 mensilità???

PIKU ha detto...

LUPI HA RAGIONI MY, LE OPINIONI CAMBIANO COL VENTO, CON IL CONTRATTO A SEI MESI SEI IN BALIA DEGLI EVENTI, E POI, E' BRUTTISSIMO DA DIRE LO SO', MA COL NANO IN GIRO TROVARE UN POSTO A TEMPO INDETERMINATO E' GRASSO CHE COLA, PERLOMENO, QUI DALLE NOSTRE PARTI E' COSI'...
PIKU

serialmama ha detto...

quoto praticamente tutti i commenti sopra. Lupina, egoista, devi essere, egoista. Mi rendo conto che è una bella gratificazione e una bella botta di orgoglio sentirsi dire che si è brave, svelte, intelligenti e insostituibili, ma anche il capo più corretto fa solo i suoi interessi, e se un giorno tu non rientrerai nei suoi interessi, basterà un bell'arrivederci per salutarti.

PIKU ha detto...

E POI LA RB E' UNA STRONZA, ADESSO E' CAMUFFATA DA AGNELLINO, MA PUR SEMPRE STRONZA RIMANE. TIE'
PIKU

GONZO ha detto...

Quoto tutto quanto detto e rilancio: in caso di nano o nana bis un tempo indeterminato è una manna e non devi sclerare per rientrare nella divisa!

My ha detto...

già! cavoli non ci ho pensato (che stupida!) DEVI accettare lupi, ma scherzi? la maternità per il secondo nano pagata e con tutte le garanzie?????

lupina basta, telefona!

PIKU ha detto...

io interromperei il sondaggio e mi accaparrerei il posto onde evitare spiacevoli inconvenienti...poi una volta firmato il contratto mi fionderei sul gig...scherzo dai, non proprio subito...:-P
PIKU

Marta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
marta ha detto...

(ho fatto un bordello con il commento precedente...sorry!)

...e poi, se il nuovo lavoro non ti piace, non ti appaga etc etc e, soprattutto, se venissero fuori opzioni nel privato piu' interessanti, puoi sempre andartene! Il posto sicuro nel pubblico non e' una condanna a vita...

Marta (che legge sempre e non commenta mai, che va avanti a contratti di 3 mesi da un anno e mezzo e che ha un colloquio tra 3 ore per un contratto da BEN 2 anni!)

Val3 ha detto...

ACCETTAAAAAAAAAAAA!!!
MA CI STAI PURE A PENSARE???
Se rifiuti, dagli la mia mail:P

m@w ha detto...

Ti capisco. Tu sai che io ho accettato una simile proposta indecente più di quattro anni fa, con l'aggravante che lasciavo un lavoro (precario) che mi piaceva davvero e dove ero davvero, oggettivamente, brava. E quando dissi che mi sembrava una condanna all'ergastolo tutti a darmi addosso. L'unica che mi ha sorretto è stata una collega che mi ha detto: "Adesso entri da una porta: una volta che sei dentro, puoi sempre cambiare stanza".
Ci sto provando da quattro anni, e non mi arrendo.
Nel frattempo, mi pagano.
Butta via.

Anonimo ha detto...

mah, coi due nani che stai per concepire mi sa che la scelta é già presa...
e comunque se non é gratificante il lavoro lo é lo stipendio sicuro, e soprattutto le ore libere che potrai dedicare a tutte quelle cosine che ti piacciono tanto: piratare cd, bruciare torte, sistemare casa :(, infierire sul gig, farti le gambe, provarti i costumi, attoparti...

un abbraccio alla mia scimmia preferita.
sai che il silk epil fa miracoli?

paoletta

Lenina ha detto...

senza dubbi accetta il lavoro a t ind.

e fra 4 mesi potete pensare a un nuovo nano se vi va ;).

Trasparelena ha detto...

anche io prenderei il tempo indeterminato, che almeno se d'inverno fai part-time magari ti eviti pure di portare il nano al parcheggio per nani che nonna ansia ce la fa a tenertelo per poche ore!
(io x il parttime potrei uccidere, forse non faccio testo). Una sola frase a conclusione: il tempo che non puoi stare col tuo nanetto ora che è piccolo non ci sono abbastanza soldi per ripagartelo! (Trasparelena mamma del Mostro, 21 mesi, con un lavoro full-time dove il part-time manco morta me lo daranno,dove resisto per il tempo indeterminato e lo stipendio fisso).

fiammetta ha detto...

oh lupi!sarà che il tuo nano è cresciuto, ma hai presente l'alto tasso di stress legato ad una nuova gravidanza ed alla futura convivenza coatta con un altro eventuale nano/a? che te ne fai di un lavoro stressante e precario, (corroborante per l'autostima,oggi,daccordo, ma in altre circostanze, chissà...)? esci dal precariato, per far carriera c'è sempre tempo se si è lupine in gamba!
ps.per chiosare m@w e citare la signora che mi aiuta a sgrassare casa da quando c'è il falcotto: "si chiude una porta e si apre un portone!".

thecatisonthetable ha detto...

Ok. Ora sono seria.

Ho già detto la mia nell'altro post. Ho bissato con il voto al sondaggio. Siccome "non c'è due senza tre":
1°: io sono sempre (a prescindere) per il tempo INdeterminato
2°: la mia nuova filosofia è "perchè far di più quando puoi far meno"?! Forse è un po' squallido, ma paga
3°: non credere ai capi, alle rossellebrescie e compagnia briscola. Ora ti amano, domani ti lapidano (a seconda del bisogno, temo)
4°: la certezza di orari, turni, stipendi, contratti ti da innanzitutto la tranquillità di goderti la tua famiglia e la tua vita, e poi di dare un'occhiata in giro con tutta calma per vedere se il mondo del lavoro ha altro in serbo per te
5°: se in così poco tempo sei riuscita a farti amare dalla gang del bosco, sarà certo lo stesso con la gang dell'ente
6°: non credere alla promesse (od opportunità, chiamale come vuoi) offerte dal capo. Quelli sono cialtroni all'ennesima potenza... Magari "ente congresi" significa "la nuova palestra dove andare a fare pilates". Lui solo, però...
7°: se l'hai già fatto, metà della fatica si è già volatilizzata
8°: ti risparmi dei mal di stomaco?! Beh, già questa è una risposta
9°: dopo tanto "fermo causa maternità" ti ci vuole un po' di turn-over... così, tanto per rimettere in circolo il mercato... no?!

E ora vado, perchè a star qui a parlare del tuo lavoro rischio di perdere il mio, che sono in mega-ritardo! Acc!!!

bianca ha detto...

Lupina, anch'io sono per il TI, pensa solo al tempo in più che potrai dedicare al nano e agli altri nani che verranno.
Poi se il tuo ti stima veramente può sempre chiamarti quando effettivamente gestirà il centro congressi.

Niebbo ha detto...

Sì, però se c'ha il secondo pargolo in arrivo non è molto conveniente trovarsi pure con un lavoro nuovo da imparare, colleghi nuovi da conoscere e rivalità da piallare.

Non so, sarà che c'ho 27 anni ma io resterei in casa base, per il momento, anche calcolando il fattore economico.

Lupina ha detto...

Ehm, devo precisare che non ci sono cicogne in atterraggio, al momento. Ce n'è un altra in progetto in data da destinarsi, comunque non sull'immediato. Sempre che la divina provvidenza non ci metta del suo...

PIKU ha detto...

Lupi, pensaci bene, ha ragione chi dice che più stai col nano intanto che è cuccioletto e meglio è, fa bene a te e pure a lui.
E poi adesso ti ho rotto abbastanza per cui la pianto con l'opera di convincimento.
PIKU

bianca ha detto...

Lupina, davvero pensaci bene. Io ho fatto il percorso inverso: ho lasciato un lavoro strasicuro ma noiosissimo per uno precario ma pieno di soddisfazioni, anche economiche, e con assoluta libertà di gestione del tempo. L'ho fatto per potermi dedicare di più alla piccoletta e non mi sono persa nè la prima parola nè i primi passi, e non mi pento di averlo fatto anche se vivo, ogni sei mesi, nel terrore di rimanere a casa.

Fegatino ha detto...

allora, la mia situazione era:
-senza nani
-settore alimentare
-lavoro part-time,solo la mattina;dal lunedì al sabato;sei ore (quando andava bene!)lavorate, quattro riscosse!
-assicurata
-lavoro che mi piaceva perchè NON a stretto contatto col capo,con il quale c'erano delle grosse incompatibilità di carattere!
-alcuni colleghi, dipendenti come me, del resto, parecchio leccac--o
-ASSUNTA COME APPRENDISTA E POI PASSATA OPERAIA A TEMPO INDETERMINATO.
-alla fine dell'anno che sono stata passata operaio a ti. sono stata LICENZIATA!
la mia situazione è:
-senza nani
-stesso settore di prima, ora commessa al banco
-lavoro part-time,solo la mattina;dal lunedì al sabato;la domenica solo d'estate,e una domenica su tre di festa!quattro ore lavorate, quattro riscosse
-assicurata
-lavoro che mi piace perchè a stretto contatto coi capi che mi considerano quasi una di famiglia!
-un'altra dipendente che sostituisco ogni tanto quando non può, tenendo aperto un negozio da sola, con la responsabilità della cassa!
- assunta a tempo indeterminato dopo il mese di prova!
Tutto questo per dirti che avevo pensato da un pò di venire via da quel posto, ma avevo un pò di paura a lasciare un posto a tempo indeterminato,e quando mi hanno licenziata mi giravano anche un pò le palle, visto che avevo appena fatto il contratto della casa!!!Ora rimpiango il fatto di non averlo lasciato prima.....(ci guadagnavo sicuramente di salute) e ringrazio i miei ex datori di lavoro di avermi licenziato, magari l'avessero fatto prima!
La mi mamma dice sempre:"morto un papa se ne fa n'altro"...
Le persone capaci e di valore si faranno sempre ben volere!
Buttati lupina!

piccolafiammiferaia ha detto...

Parlare col capo della proposta ricevuta e testare sul campo se effettivamente le parole spese non sono solo vento? Alle volte si hanno pure belle sorprese... altrimenti vai di posto fisso senza pensarci due volte!!

Anonimo ha detto...

assolutamente il secondo. c'hai famija, lupi'!
;)
lunetta

Raffa ha detto...

Cara Lupina, ho votato! Per il lavoro nuovo, a tempo indeterminato. Punti a favore dell'indeterminato: punto primo, un po' di sicurezza non guasta (soprattutto se da qualche parte in te e Gig c'è l'intenzione di dare una "compagnia" al Nano!; punto secondo orari più umani; punto terzo e più importante: se il capo di RossellaBrescia nonchè capo tuo non voleva perdere le tue capacità avrebbe potuto fare un po' meno il pezzente e proporti un signor contratto.
punto quarto: tanto poi fai come ti pare, no?
;-))
Raffa

Adrenalina ha detto...

ho votato per il nuovo lavoro!
Meno soldi, ma meno stress e lavoro sicuro!!

Schifezza ha detto...

Tachi, tempo indeterminato, e vaffanculo Rossellabrescia.
Tanto nel nuovo posto troverai un'altra Rb, o una Martinastella, o un'altra mentecatta con la terza media che crederà di essere molto più furba, molto più bella, molto più sveglia di te.
E garantisco che nella pubblica amministrazione basta fare quello che in altre ditte sarebbe vessato come "non fa una mazza dalla mattina alla sera" per passare da stacanovisti.
Accetta, accetta, accetta...

unodicinque ha detto...

cara Lupina, sarà che non ne posso più di lavorare (ho ben 34 anni di lavoro sul groppone!), sarà che so' stressatissimo tra mercati che crollano, petrolio che sale, dollaro debole e supereuro, sarà che c'avrei voglia di (nell'ordine)
1) un nipotino da badare;
2) lunghe passeggiate solitarie;
3) scrivere in santa pace e non nei ritagli di tempo.
Sarà per tutto questo a io opterei per meno lavoro anche se meno soldi.

Lanza ha detto...

Molto banalmente credo sia solo una questione di priorità:le tue priorità.Ognuno qui ha deciso in base alle sue ed io non potrei fare diversamente.Per te sono più importanti/necessari i soldi o il tempo libero?Le gratificazioni che il lavoro ti può dare sono così importanti da sacrificare il tempo passato con i tuoi cari?A parte chi fa del lavoro una passione tutti gli altri farebbero i salti mortali dalla gioia se ricevessero lo stipendio a casa senza fare nulla.Per cui...in bocca al lupo.

mammaepoi ha detto...

qui rispondono tutti nei commenti, io mi esprimo nel sondaggio -colonnina a destra. sono una precisina!? (in sunto: resta dove sei)

Anonimo ha detto...

accetta, e non indugiare! www.mammenellarete.it

plegine ha detto...

Sono per il cambio di lavoro, assolutamente.

PIKU ha detto...

Dannazione, non ho potuto far a meno di constatare che i voti a favore del vecchio lavoro sono aumentati, di ben tre punti percentuali rispetto a ieri sera...sigh...
ciao Lupi buona giornata :)
PIKU

aidi ha detto...

indeterminato!tranquilla e con 14 mesi di stipendio, e maternità futura già retribuita..
buona fortuna

thecatisonthetable ha detto...

Ho votato di nuovo, giusto per ribadire il mio pensiero... Si poteva fare?! Cmq siamo in netto vantaggio, noi del "dai! cambia!"
Buona giornata!

PS: tutto questo è più eccitante delle ultime elezioni!!!

Cos ha detto...

Io sono mammachioccia e penso al nano e ai nani futuri, e voto la seconda che hai detto (la prima nel sondaggio).

misultin ha detto...

Lavoro di poi, indubbiamente...

piattinicinesi ha detto...

accetta il lavoro a tempo indeterminato. perché è un lavoro che tu puoi lasciare, ma che non può lasciare te. tra qualche anno, se vuoi, potrai contrattare uno stipendio maggiore e un buon contratto con un'azienda privata, ma adalla tua posizione precaria non puoi contattrattare niente e rischi anche di subire i cambi d'umore di capo e& co.
fattelo dire da una che ne sa qualcosa
in bocca al lupo

Anonimo ha detto...

Anch'io ho votato per il lavoro nuovo, quello a tempo indeterminato.
Baci indeterminati
Lelia

De kokende mamma ha detto...

Io penso che forse la cosa che ti spavente del nuovo lavoro sia che rischi di annoiarti e che non hai molto spazio per iniziative. Benissimo, è ben per questo che hai il part-time, per coltivarti tanti interessi che compesino.

Per integrare i pochi soldi con altre cose saltuarie o comunque getibili nei tuoi tempi, magari in campo lingue o altro. Per goderti il tempo tuo e la famiglia, e un minimo di pianificazione.

In albergo, credimi, l'adrenalina va a mille, ma non vale la pena, a meno che non sia tuo, e neanche lì, credimi, ne vale la pena (so di cosa parlo).

Capisco che è un dilemma, però pensa che tutto è in movimento, tutto cambia e chissà cosa ti porta il domani. Pensa ai mutui. al congedo malattia, maternità ecc. Hai una laurea (ce l'hai? Mi sfugge il dettaglio), puoi fre carriera. (Non ce l'hai, ha il tempo di prendertela e poi fai pure carriera).

cocca, te la sei voluta tu, adesso rischi che con tutta questa gente che per motivi diversi ti invita a scergliere TI, ti girano le palle e ti diventa antipatico, ma i cambiamenti fanno sempre bene.

Baci.

Murasaki ha detto...

Vedo che già ti hanno detto tutto il "dicibile" sull'argomento... Fossi io opterei per meno soldi, ma tempi più gestibili per la famiglia e gli interessi personali

:-)

Anonimo ha detto...

Se vuoi seguire e stare il più possibile con tuo figlio e magari farne degli altri, sicuramente nuovo lavoro, se vuoi sentirti soddisfatta di quello che fai, con una qualche possibilità di crescita ma tanto sbattito e una buona dose di rischio, tienti questo.
:)

Una che per inseguire il contratto sicuro sta facendo un lavoro orrendo ed è finita dall'analista :)

Anonimo ha detto...

Se vuoi seguire e stare il più possibile con tuo figlio e magari farne degli altri, sicuramente nuovo lavoro, se vuoi sentirti soddisfatta di quello che fai, con una qualche possibilità di crescita ma tanto sbattito e una buona dose di rischio, tienti questo.
:)

Una che per inseguire il contratto sicuro sta facendo un lavoro orrendo ed è finita dall'analista :)