venerdì 30 maggio 2008

Mezzogiorno di fuoco. Duello tra nonne.

Nonna Ansia soffre. Soffre molto per causa del mio essere madre snaturata che non è stata in grado di insegnare alla propria prole il vivere civile.
Quando porta in giro il Nano, poi, cade vittima dei travasi di bile di fronte a bimbetti giudiziosi che alla stessa età sanno distinguere i colori, dicono grazie e indicano le persone chiamandole col loro nome e non dadda come qualcuno di mia conoscenza.
Nonna Ansia è una donna potenzialmente pericolosa, e porta in se' una spora micidiale alla stregua dell'antrace, che la fa delirare e dire cazzate disumane.

Brandon è un amichetto del Nano. Ha 2 settimane meno di lui ed un bel testone largo e piatto come quello di Frankenstein, grandi manone e dentoni da castoro, ed è piuttosto tarchiato. Sebbene nell'insieme faccia la sua figura, non si può dire che sia un bel bambino. Sempre accigliato, osserva il mondo dal suo passeggino e sembra un po' un geometra del Comune alle prese con i rilevamenti di un esproprio. Nonna Ansia soffre come una bestia quando incrocia la Nonna di Brandon, ma siccome è la persona più competitiva al mondo non può fare a meno di lanciarsi nello scontro, e si fa umiliare.
Nonna di Brandon : "Oh, guarda, c'è il Nano con la sua nonna. Brandon, saluta il Nano!"
Brandon: " Ao Nano."
Nonna di Brandon "Ma che bravo. Adesso saluta la signora."
Brandon: "Ao cignoa".
Nonna di Brandon: "Ha sentito come parla il mio ometto? E' proprio un fenomeno, dice tutto! E questo ragazzino quanto tempo ha?"
Nonna Ansia, mentendo: " 15 mesi" Lupina assesta il primo calcio sullo stinco nonnesco, ed indirizza alla nonna un muto sguardo di rimprovero.
Nonna di Brandon: "Ehhhh, ma che grande! Sembra un bimbo di 3 anni! Anche il mio Brandon è grande, ma questo è proprio un gigante."
Nonna Ansia, ormai lanciata sulla china dell'esagerazione: "Ma noi in famiglia siamo tutti altissimi. Il suo nonno paterno supera i due metri e 10 , ma anche il babbo è uno stangone. Sarà due metri e 15, a voler star bassi." Nonna Ansia si sbilancia di parecchi centimetri.
Nonna di Brandon: "E tu, signorino, non dici nulla?"
E qui tocca il tasto dolente. Nonna Ansia è sensibile a questo tipo di frase, diventa fuxia e non capisce più nulla. Ormai è una bestia accecata dal dolore della competizione a colpi di prodezze nanesche, e tenta il colpaccio con l'unica cosa che il Nano sa eseguire a comando.
Nonna Ansia: "Amoredellanonnameraviglioso, fai vedere alla signora come fa la lavatrice."
Ed il Nano prontamente esegue con il braccino il movimento della centrifuga, e siccome è dell'umore giusto aggiunge anche il sonoro.
Nonna di Brandon: "Uh, ma che bravo questo bimbo a fare i versi. Sai fare solo questo, tesoro?"
Nonna Ansia, ormai senza freni: "Che scherza? Sa fare proprio la lavatrice: io vado con lui davanti all'oblò e gli dico: Nano, imposta il programma della lana. E lui si mette lì con la manina, trictrictric e imposta il programma giusto. Oppure gli dico: facciamo i delicati. E lui subito, zac! gira la manopola. Imposta anche le temperature, sa? Eh, questi bimbi di oggi son proprio dei fenomeni. Arrivederci." e se ne va a culo ritto.
E menomale che avevo le scarpe vecchie, altrimenti a furia di calci negli stinchi me le sarei ammaccate tutte.

9 commenti:

PIKU ha detto...

IO INSEGNEREI AL NANO A FARE IL MEDIO, COSI' NDOPO LA CENTRIFUGA DELLA LAVATRICE CONCLUDE IN BELLEZZA, PER UNA NONNA E PER L'ALTRA. E PURE PER BRANDON. NON SI TOCCHI IL MIO NANO! HAAARG!
:) piku

Anonimo ha detto...

Ahahahah!! Mitica nonna Ansia!! anche mia madre era così!
Biba

mamikazen ha detto...

Fortuna che a Nonna Ansia non sono toccati i figli miei, come nipoti: il primo ha camminato a diciotto mesi (le maestre dell'asilo volevano mandarlo da uno specialista, io ho mandato loro in un altro posto...) e ha cominciato a parlare a due anni suonati, anche se con tutti i congiuntivi e le subordinate e quant'altro. Il secondo è su quella china, a sedici mesi cammina solo se gli tieni bene tutte e due le manine, dice solo "GN!" e "GHHHEH..." anche se si capisce molto bene quello che vuole, e anche lui è appassionato della lavatrice. Però si mette su da solo le videocassette dei cartoni, poi monta sul divano, prende il telecomando e accende la tivvù.
Viva i nani autogestiti! :-)

Anonimo ha detto...

È che le nonne non hanno la cultura pedagogico-enciclopedico sull'età evolutiva che abbiamo noi.

Mia madre che è una donna aperta, evoluta e di cultura, in preda ad ansie nonnesche si chiedeva se non fosse il caso di mettere le fasce a Ennio, che aveva le gambine tutte storte.

Io mi consolo dicendomi che è un'aterosclerosi precoce, i nipoti in effetti le accelerano certe patologie.

Tieni duro o mandala da sola in giro con il pupo. Inutile che tu ti faccia il sangue cattivo.

Mammamsterdam

Chiara - il Prof ha detto...

Mia mamma non vive l'ansia da competizione, ma l'ansia e basta: ogni tot si fissa su una presunta mancanza di Amelia o Ettore e mi tormenta per un paio di settimane, pretendendo che io mi renda ridicola presso la pediatra con le sue menate.
L'ultima riguarda Ettore: non ha la testa troppo schiacciata da una parte? magari ci sente o ci vede di più da una parte e quindi si volta di più di lì. magari ha una gravissima patologia che deforma il cranio adattandolo al cuscino. chiedi alla pediatra se può fare qualcosa, insomma!
Una volta accertatami che ora Ettore si volta da entrambi i lati, ci sente da entrambi i lati e ci vede bene con entrambi gli occhi, e mollami!!!!
Un abbraccio solidale
Chiara

plegine ha detto...

Ma Brandon... è un nome d'arte o si chiama proprio così???

Anonimo ha detto...

Mi associo a Piku. Insegnagli a fare il medio!
Rossella

Freestyle ha detto...

^_^ Di a nonna Ansia che il mio ha 24 mesi (fra 10 giorni) e nun se sogna minimamante di parlare ... però è maniaco della pulizia :))) :P ;)

sobritish ha detto...

ecco, grazie lupina, hai trovato qualcosa di positivo nell'avere le nonne lontane! :)