sabato 28 luglio 2007

Mercatino dell'antiquariato, si salvi chi può.

Aiuto! Le mie finanze sono in pericolo!
Da ieri sera nella nostra ridente cittadina invasa dagli Olandesi e dai Tedeschi ospita un bel mercatino dell'antiquariato. Beh, insomma, antiquariato è una parola grossa. Io lo definirei "Rigattierato a prezzi esorbitanti", probabilmente è più corretto.
Il Lupino, il Nano ed io ieri sera ci siamo catapultati tra le bancarelle come invasati, sognando di comprare tutto, chiedendo prezzi, valutando misure, prendendo pseudo-accordi col venditore.
"Ripassiamo dopo, ci pensiamo su un attimo". Il venditore ci guardava allontanarci pieno di speranza, e noi via, in fuga col nostro passeggino supersonico carico di Nanosità, consapevoli del peccato commesso.

Bisogna dire che il Lupinaio trabocca di mobilio.
Bisogna dire che non abbiamo molti soldi. Anzi, proprio pochi.
Bisogna dire che però non ce la vogliamo mettere in cucina una bella madia toscana, eh?
E queste due stampine con gli uccellini, eh, non ce le mettiamo nella Stanza Arancione ?
"Ma noi non abbiamo una stanza arancione" mi fa notare giustamente il Gig.
Perchè lui, povero stolto, non sa che io ho mentalmente cambiato l'assetto di casa nostra una venticinquina di volte negli ultimi sei mesi, ridipinto le pareti e spostato mobili.
E questo candelabro, non starebbe da dio sopra il pianoforte (che non abbiamo, ma che dovremo comprare al più presto per costringere il Nano a noiose lezioni come è toccato a me)?
E guarda, che magnifica lampada sgangherata da lettura! Costa solo 400 euri, ma quando ci ricapita, Lupino? Guarda questi piattacci sbeccucciati come sono country! E costano solo 25 euri ciascuno! Lupino, li prendiamo? Dai!
Il Gig intanto è scappato verso la bancarella dei libri, lasciandomi ai piatti sbeccucciati e senza (fortunatamente) ne' bancomat ne' altra fonte di liquidi, e finge di essere immerso nella lettura del primo libro pescato a caso. Come faccio a sapere che è pescato a caso? Sta leggendo "Come curare la candida ed altri disturbi intimi femminili con l'Ayurveda". Si sa già dal titolo chi è l'assassino.

Ecco il calcolo mentale delle spese virtualmente sostenute:
Madia toscana da restaurare, 700 euro
Piattaia finto-antico, 220 euro
Piatti sbeccucciati ma moooolto decorativi, 6 x 25 euro ciascuno
Cornici scalcagnate, 10 euro ciascuna, e me ne piacevano almeno sei
Lampada da lettura, 400 euro
Lampadario a saliscendi di ceramica con carrucola, 150 euro
Lampada di opalina a parte, 70 euro.

Ho virtualmente speso 2.450,00.
E non ho incluso nel calcolo un orologio fintissimo per il quale il Lupino ha perso la testa, i paioli di rame per il camino (oops, ecco un'altra cosa che ancora non abbiamo!), un paio di manichini da sartoria ed altre cosine sfiziose da piazzare in casa qua e là.

Però oggi ci torniamo, eh, Lupino? Eh? Gig, perchè mi guardi così? Che cosa ho detto di male?

3 commenti:

TYTTY ha detto...

vuoi mettere cosa hai ricevuto GRATIS oggi??? quello altro che arte toscana...
sono perfette per il tuo pianoforte immaginario nella stanza arancione immaginaria così ricordi il tuo bell''ex( che spero tanto legga il msg)
Poi dì chenon ti amo...ti ho risolto il problema arredaamento..

My ha detto...

osssssignorebenedetto......

pure io lezioni di piano, 3 anni per la precizione.

tristezzaaaaaaa per favore vai viaaaaaaaaaaaaaaa

m@w ha detto...

Ecco... io ieri avrei proposto di soppalcare la cucina ed aprire una porta in un muro di pietra da 70 cm... l'UDT è ancora sotto shock.