lunedì 12 novembre 2007

Duplice botta.

Oggi si festeggia san Bernoccolo e Santo Terriccio in Bocca.

Primo incidente del Nano.
Il Nano è un tipo preciso, nonostante i suoi pochi anni. Ama la pulizia, e mette tutto a posto. Col suo criterio, ma a noi va bene così. Oggi probabilmente deve essersi accorto che non siamo à la page, non abbiamo lo schermo al plasma ma un normale televisore. Ha dunque usato il biscotto che gli ho dato per merenda per pulire lo schermo del televisore, creando l'effetto schermo al plasmon, che non è proprio la stessa cosa, ma noi non ci formalizziamo.
Purtroppo, durante l'opera di plasmonizzazione, il Nano ha preso male la mira ed ha sbattuto violentissimamente contro il mobile Piripulla dell'Ikea, atto a sostenere l'ex televisore a valvole-ora schermo al plasmon. Naturalmente ha sbattuto la testa. Devo dire che il blu sul bernoccolo gli dona davvero.

Secondo incidente del Nano.
Mentre mia madre, mia sorella ed io eravamo intente ad ammirare le specie arboree del suo giardino, il Nano sfugge da ogni controllo ed affronta il più infame scalino presente sul territorio. Casca di faccia contro un mucchietto di terriccio, e siccome non respira ancora bene dal naso ed è costretto a stare a bocca aperta, quando lo tiro su sembra una specie di quadro di Arcimboldo.
Gli estraggo un paio di foglie dalla bocca approfittando del fatto che mentre piange tiene la bocca a salvadanaio, lo ritiro su e lo faccio ripartire verso mille avventure con una bella pacca sul sedere.
Adesso è in braccio a mia madre, e sta dormendo. Mia madre è lì dalle 16.30, ed ora sono le 19.20. Sarà per via della duplice botta?
Mi viene da ridere se penso a mia madre, Nonna Ansia, che regge la pipì da non so più quanto, solo per evitare di svegliarlo, che altrimenti gli si procurano dei traumi e vien su mentalmente deviato come te e tua sorella.
Ma mamma, ma come osi?

5 commenti:

Trasparelena ha detto...

Il Mostro la terra non l'ha ancora provata, però domenica si è ribaltata di faccia dallo scivolo e poi aveva in bocca delle freguglie delle mattonelle gommose che usano per il pavimento dei parchigiochi. E non ha nemmeno pianto, anzi, ho dovuto rincorrerla per cavarle dalla bocca le gommine. Continuo a ripetermi che quel che non strozza ingrassa, se no mi prende l'ansia. Comunque il tuo Nano è per me fonte di grande conforto. Elena

Freestyle ha detto...

o_O Davide sbagliando la mira ha crozzato contro il termosifone ... in ghisa ... in quel frangente ho perso vent'anni di vita .... o_O

lapiccolafiammiferaia ha detto...

Scusa, ma chi vi a svegliato da piccole se non tua madre? :)

Lupina ha detto...

@ lapiccolafiammiferaia: Ecco, appunto. Volevo ben dire.

*emy* ha detto...

io sto schiattando..giuro...
come ho fatto a non trovare prima questo blog???COME???

lo schermo al plasmon mi ha fatto ridere per non so quanto!