sabato 25 agosto 2007

Magic moment

Noi Lupini siam così, un po' rustici come gli antichi gentiluomini di campagna.
Poco propensi alle smancerie, siam tuttavia vittime di quei magic moments che capitano sì o no 3 volte in un anno, ma che hanno la capacità di commuovere un orco fino alle lacrime.

Stamattina, dopo il bagnetto, il Nano stava abbracciato alla sua mamma nel letto, tirando lunghe ciucciate dalla tetta.
Il sole del primo mattino si posava su quei riccioli dorati e sulla pelle lievemente ambrata e profumata di biscotto e lui, con quegli occhioni di velluto nero fissi nei miei, sembrava dirmi "mamma, l'universo intero schiude le sue braccia attorno a noi, e a questo nostro amore".
Mi è venuto da piangere. Non ho potuto fare a meno di pensare che queste sono le gioie della maternità, e se ne stanno nascoste in uno sguardo d'amore in un mattino assolato di fine estate.
Mentre ero là con l'occhietto umido che accarezzavo la adorata testolina del mio bambino, consapevole della breve durata del magic moment, ecco che il fagottino profumato si stacca, mi sorride e, con tutta la forza che ha, mi caccia un ditino nella narice sinistra, provocando anche la rottura di alcuni vasi sanguigni.
Mentre me ne sto nel bagno a controllare allo specchio l'entità del danno, sento lui che dall'altra stanza emette risatine sataniche.
Evidentemente per tutti i componenti della famiglia Lupina esistono i magic moments.
Purtroppo però non coincidono.

2 commenti:

Princi ha detto...

Ti ho conosciuta in altro luogo e ti ritrovo qua, con la solita ironia che rende buffe anche le cose serie. L e persone come te fanno bene al cuore. Un abbraccio.

Freestyle ha detto...

^_^ Davide ultimamente indica alcune parti del corpo soprattutto mentre mangia. Ed immancabili sono le dita negli occhi (i miei) e nel naso (sempre il mio) ... ma è così felice e contento che non posso non considerarli "magic moments" ;)