lunedì 8 ottobre 2007

Gli amichetti del Nano

I simpatici amichetti del Nano sono fondamentalmente 3, più due che teniamo in macchina per sedare le rivolte e che non sono disponibili ad essere fotgrafati.
Nedo, il coniglio traditore, fu uno dei primi, infelici acquisti dei Lupini per il Nano. Devo dire che a me non è mai piaciuto molto. Con quel suo pigiamino giallo ed il cappellino appuntito mi è sempre sembrato patetico, però avevamo troppa voglia di comprare al Nano un bel pupazzetto da guardare e toccare, che abbiamo preso questo coso qua. La signora del negozio di giocattoli ce lo ha vivamente consigliato, perchè totalmente privo di parti staccabili, sebbene io saltellassi lì intorno con un orsetto Bussi della Trudi "Si piglia questo? Eh? Dai! Si piglia questo? Eh?".
Nedo però un tempo ci tradì. La signora del negozio aveva sottolineato la totale assenza di parti staccabili, quali occhi e naso? Bene, non aveva considerato IL PONPON di quello stupido cappellino: un bel giorno, noto che il Nano sta masticando una roba bianca e tonda, come una mozzarellina, candidata perfetta per il soffocamento. Nedo è stato scagliato con violenza sul fondo del cesto dei giocattoli, e ripescato soltanto di tanto in tanto per riempirlo di rancorose mazzate.

Il Cane Patrick è un meraviglioso meticcio color rosso vivo, dono natalizio di Nonsochi per il Nano.
Il Nano, da piccolo, adorava questo cane. Lo adorava a tal punto che lo abbandonava di continuo gettandolo giù dal passeggino.
"Non si abbandonano gli animali, Nano!" gli ripetevo ogni volta che qualcuno ci rincorreva sventolando il Cane Patrick, ma lui niente, 100 metri dopo lo riabbandonava senza rimpianti.
Alla fine abbiamo deciso di risparmiarlo, il fedele Patrick non merita una vita di stenti, e lo abbiamo lasciato a casa.

Il Cavallo Riparbello è una creatura gommosa ingiustamente ignorata dal Nano, che non lo degna nemmeno di uno sguardo. Eppure io da piccola avrei fatto follie per un cavallo gommoso salterino. Il Nano non lo ha mai cagato nemmeno di striscio, anzi, a volte sembra che non lo veda nemmeno, e ci inciampa sopra. Il Gig ed io lo usiamo come poggiapiedi, attività nella quale eccelle decisamente.
Peccato, perchè avevo scritto anche una canzone, intitolata appunto "Il cavallo Riparbello" , per accompagnare il Nano nelle passeggiate a cavallo, che rimarrà inascoltata

Il resto dei giocattoli è un ammasso di plastica inguardabile made in China, che il Nano non degna di uno sguardo e che smonta e distrugge sistematicamente, preferendo decisamente gli oggetti di casa ed i sassi in generale. Per il compleanno, infatti, il Nano ha ricevuto tanti bei soldi coi quali la mamma comprerà una antica madia toscana restaurata.
Sono sicura che il Nano ne sarà orgoglioso.

11 commenti:

Chiara ha detto...

Assolutamente sì, ne sarà orgoglioso. Soprattutto quando vi intaglierà di nascosto il proprio nome con la punta del compasso... ;-)
Anche Amelia fino a poche settimane fa se ne fregava altamente dei pupazzi: troppo più interessanti i giochi vivi (leggi: gatte), vuoi mettere? Ultimamente, invece, si è affezionata a un alce di pelouche che mio padre le aveva portato un anno fa dal Canada.
Nel senso che, quando lo vede, lo abbraccia e se lo porta in giro per casa, salvo poi abbandonarlo appena una delle gatte le arriva a portata di mano.
Siamo lontani dal classico oggetto transizionale... ;-)

Plegine ha detto...

Oh, ma il cavallo Riparbello è bellissimo!!! Però ha le sopracciglia da cavalla...

TYTTY ha detto...

il cavallo lo porto a casa io la prox volta!

Lupina ha detto...

@ Plegine: infatti è un cavallo ricchione. Non è adorabile?

GONZO ha detto...

Mi canti Il cavallo Riparbello? Ti preeeego.

My ha detto...

si si sarà contentissimo, di rendere vano qualsiasi restauro :-D

lupi ti manco già un pochininonino????????????? :-(

Lupina ha detto...

@ Gonzo:
Il cavallo il cavallo Riparbello
non è bravo non è bravo e neanche bello
Il cavallo il cavallo Riparbello
va a passeggio va a passeggio con l'ombrello
Il cavallo il cavallo Giuseppone*
va a passeggio va a passeggio col maglione

Il cavallo il cavallo Riparbello
sale e scende sale e scende dal girello
Il cavallo il cavallo Riparbello
fa la cacca fa la cacca sul carrello
Il cavallo il cavallo Giuseppone
si è lavato bene i denti col sapone...

Poi però non me la ricordo più, sebbene io ne sia l'autrice. Tanto il Nano si rompe le scatole molto prima che io arrivi alla terza strofa, di solito a questo punto se n'è già andato per cavoli suoi.


*trattasi di altro cavallo di proprietà del Nano.

Anonimo ha detto...

Ma come "Il resto dei giocattoli è un ammasso di plastica inguardabile made in China"??? E il bellissimo coccodrillo verde di legno regalato al Nano da zia Lelia???
Lupina snaturata, la prossima volta gli regalo un coniglietto con berrettino e PON PON da masticare...
Lelia

Lupina ha detto...

Il coccodrillo è bellissimo ma la sua natura è malvagia. Si apposta dietro gli altri giocattoli e morde il Nano a sangue. Tuttavia a me piace, e l'ho messo in salvo su una mensola, per quando tornerò bambina. Con quello ci gioco io, altrochè.
Pussa via, Nano!

GONZO ha detto...

Che meraviglia...Riparbello e Giuseppone sono i miei nuovi idoli.

TYTTY ha detto...

http://www.flickr.com/photos/tytty/1525352768

è o non è il regalo più figo di quest'anno????
non a caso l'ho comprato IO!!!