lunedì 15 ottobre 2007

Heroes

Il Gig è recentemente diventato dipendente di un serial in onda la domenica sera su Teleberlusk, tale Heroes. Io devo dire che più che vederlo lo dormo, dato che non ci capisco nulla e dopo una certa ora ho la soglia di attenzione di un lobotomizzato. Ieri sera, complice la resurrezione della macchina del caffè, sono riuscita a vederne una puntata per intero, con estrema soddisfazione del Gig, il quale potrà avere un ennesimo argomento di cui parlare.
Allora, ci sono delle persone dotate di superpoteri abbastanza fighi, tipo la telecinesi, la lettura del pensiero, il potere di guarire la gente, altre con superpoteri molto meno fighi tipo il superudito, la radioattività e quello di accendere fuochi con le mani, poi c'è un cattivone che somiglia ad un mio ex-fidanzato che ammazza tutti e vuol diventare Capo del Mondo. Questo è quello che ho capito, più o meno, della vicenda. Che comunque è troppo articolata per il mio povero cervellino.
Mi sono accorta di avere un superpotere anch'io. Naturalmente, uno di quelli sfigati.
Io ho il Superolfatto.
A volte sento dei puzzi incredibili. Sento un'ascella mal lavata ed il cui olezzo è stato coperto alla bell'e meglio da un deodorante, sento l'odore di un piede tra la folla che aspetta l'autobus e subito so indicarne il puzzone proprietario, sento la cacca del Nano da chilometri di distanza. Sento pure quando sta per arrivare, e prima ancora che venga annunciata dalle tre o quattro puzzette rituali. So individuare una discarica chilometri e chilometri prima di passarci accanto in autostrada, so anche dire cosa il Gig abbia mangiato a pranzo concentrandomi sul suo spazzolino da denti. So individuare il maglione rimesso nell'armadio senza essere lavato, e trovo le ciabatte smarrite con la precisione di un segugio. Ma soprattutto, trovo tutte le pasticcerie e le lavanderie presenti sul territorio anche a distanze siderali.
E' un potere da veri sfigati. Sono ossessionata dagli odori, come dice la signora della pubblicità dell'Oust. Che non è vero che non copre gli odori ma li elimina: provate dopo una cena a base di bagna caoda, a spruzzare quella bombolettina, e ditemi se non è pubblicità ingannevole. Insomma, sento i puzzi. Sento anche i miei, di puzzi. E allora son sempre lì che lavo, lavo, lavo.
Se qualcuno non si lava, per me, è come la kriptonite per Superman: divento debole, appassisco, mi viene pure la nausea.
Eh, devo dire che anche se sono una Prescelta, è ben triste convivere con un superpotere.
Adesso, per esempio, sto sentendo l'odore di qualcosa che sta andando a fuoco, e non vi sto a dire l'ansia che mi provoca. E' un terribile odore di plastica e stoffa bruciata che mi prende alla gola e mi soffoca, e sembra davvero pericolosamente vicino. Chissà se ci saranno vittime, in questo terribile incendio chissà dove.

Via, vado a stirare, che per scrivere 'sto post ho lasciato il ferro attaccato.

6 commenti:

Schifezza ha detto...

Io una volta ho fatto un post su un collega puzzone, di quelli con i capelli unti e la stessa camicia per una settimana.
Un uomo che non sa fare due cose contemporaneamente: o si lava lui, o lava i vestiti.
Che tristezza.

Chiara ha detto...

C'è un modo per non essere tra i Prescelti: perdere il Superolfatto per continui raffreddamenti "passati" da Amelia.
E adesso mi faccio annusare per sapere se puzzo, mi vergognerei troppo!

Lupina ha detto...

Il Superolfatto è davvero una condanna. Stamattina andrò al mercato, e come al solito verrò travolta dai fetori della folla.
Oh, me tapina!

My ha detto...

no, te Lupina.

GONZO ha detto...

Come ti capisco. Ogni autobus, ogni metro o supermercato è una tortura. Per non parlare della mia capa. Una dirigente piena di soldi, vero coacervo di puzze, tra vestiti non lavati, sebo dei capelli e alito agliofilo.(per non parlare della sua toeletta in ufficio...meriterebbe un capitolo a parte vm 14 anni). A casa stupivo i parenti entrando dal vialetto e declamando il menu del giorno da dietro l'angolo. Mia madre mi portava per i paesi... Il peggio pero' è quando senti le TUE medesime puzze. A volte amici e vicini mi assicurano e giurano di non percepire cattivo odore, mentre io mi dibatto come un'anguilla, ansiosa di fare una doccia perchè mi sento il capello "vissuto" o addirittura la pelle del viso in fase bisunta.
Sei sempre grandiosa, comunque.
GA (riparbello's fan)

Anonimo ha detto...

Rilassati, è uno degli effetti collaterali della gravidanza. A me toccò viaggiare per tre mesi in macchina con mio marito ed un muratore, tal Giorgio: che non conosceva il sapone, non si cambiava mai i panni, viveva in una casa affumicata dalla stufa a legna ed aveva pure i denti marci.
Passerà ;)
Leela